LA METHAMORFOSI

                     GUAI           

                         - 2/9/2019-

                IL NUOVO DISCO 


ciao

SP - sostanza piacente 

official video

...poche sono le persone che trovano soddisfazione nel proprio mestiere.
La monotonia e il ripetersi costante di eventi ogni giorno identici , portano in poco tempo ad un collasso emotivo che ci accompagna come animali a guinzaglio.
Obbligati dal sistema risulta quasi impossibile svegliarsi al mattino e affrontare la vita con semplicità e soddisfazione propria. Abbiamo spesso bisogno di trovare una via d’uscita... 





MIA


official video

GUAI


official video


GUAI

Il primo lavoro ufficiale arriva nel 2019: le 11 tracce inedite di “GUAI” parlano di sogni, di realtà, di contaminazioni, di delusioni e di speranze, di cose che ci avvicinano e di cose che ci dividono, di vita malata o meglio di gente malata, di errori e di strade smarrite ma con una grande voglia di riscatto, per non dimenticare come questo mondo potrebbe essere   migliore, dipende da noi crederci e fare il massimo per cambiarlo.
Base ritmica rocciosa, chitarre feroci e taglienti, voce malata e avvolgente, il sound della band spazia da contaminazioni Grunge e Doom, Alternative Rock,  psichedelia e anche Metal, senza rinunciare a momenti più intimi e riflessivi, con attenta cura alle sonorità e soprattutto al testo in italiano con il preciso scopo di trasmettere sensazioni chiare e sincere.
“Guai” è disponibile in streaming e download digitale su “Spotify”, “Apple Music” e “Itunes”, i video di “Guai”  “SP” e “Mia" (Sostanza piacente)” sono online  sulla piattaforma  Youtube. 

Crediti

PRODOTTO DA LA METHAMORFOSI-2019

REGISTRATO, MIXATO E MASTERIZZATO DA LUIGI DEL MISSIER PRESSO I BLACK MIRROR STUDIOS DI UDINE 

Grafiche di copertina  
MAX MAURO ColdStreet  Tatoo (UD)
FOTO INTERNE Maurizio Boer e Valeria D’Alberto Gergolet

BIO METH

“La Methamorfosi” è un grido nel silenzio assordante che ci circonda, un segnale di rinascita, una svolta d’orgoglio per chi crede che il rock in Italia non sia finito o addirittura morto, ma che stia invece riprendendo vita, lentamente, forse troppo lentamente... ma questa ondata di disagio che si respira nell’aria ogni giorno fa venire voglia di scrivere qualche pezzo che spacca, che ti scarica
l’adrenalina troppo a lungo accumulata, che ti fa voglia di dire finalmente la verità...le cose che hanno sempre accompagnato il maledetto ma sincero rock’ n ‘roll. Provenienti da esperienze diverse come Jar of Bones e Tapir Gets Angry, Joe, Piero, Michele e Matteo si uniscono nel 2017 per affrontare assieme un nuovo viaggio, con l’obiettivo di fare musica inedita con brani cantati in italiano, mescolando le varie influenze personali.
Le radici musicali della band udinese partono dal rock alternativo anni ’90-‘00 e si sviluppano in modo personale senza perdere di vista l’evoluzione del rock italiano dell’ultimo decennio; le diverse attitudini musicali dei componenti conferiscono un taglio originale e distintivo al sound della   band,   che   alterna   rock   energico   e   melodia,   distorsione   sonora   e   suoni   ipnotici;   ogni composizione nasce da un riff o da una melodia vocale su cui si sviluppano suoni e sensazioni autonome.
Il nome scelto per il progetto (“La Methamorfosi”) si presta a più interpretazioni, una di queste è il modo per definire quel cambiamento che lavora lento e inesorabile ogni giorno dentro di noi e che non possiamo fermare, un cambiamento che ci fa paura ma ci affascina, quel guardarsi allo specchio la mattina e capire che stiamo crescendo e diventando una nuova persona, non sappiamo se migliore o peggiore. La cura dei testi è una priorità che ha visto coinvolta tutta la band: divertimento, amore, sesso ma anche rabbia, solitudine e dipendenze sono i temi trattati con sincerità e a volte crudezza, cercando di non essere mai banali o scontati; i live sono la dimensione preferita dal quartetto.